News: 2017

[Cfp 01.09.2017] Io terribile vagabondo. Bruno Barilli (1880-1952)

Rivista «Trasparenze», numero monografico

IO TERRIBILE VAGABONDO BRUNO BARILLI (1880-1952)

«Senza zaino, senza bastone, senza cappello, senza denti, un bel fiore all’occhiello (…) Sconnesso il busto sulla gabbia dei fianchi .. mi esce, a scosse, e mi sguscia volubilmente tutta la carcassa dalla pienezza del corpo. La carne fragile cade e dilegua. Insomma si tratta di un’emersione dal telaio umano. La ossatura intera tentennante sulla mia colonna vertebrale procede staccata dal resto di me stesso – sciolto dal peso corporale il mio scheletro volava addirittura (…) gomiti e ginocchio sbucciano la pelle rimasta. E gli stinchi affilati liberi dell’esiguo polpaccio. Io nocchiuto ‘ecce homo’ davvero: gli stracci intorno senza bastone, senza cappello, senza denti, senza fissa dimora, e un fiore all’occhiello.»

 

La rivista «Trasparenze» (edizioni San Marco dei Giustiniani, Genova) riprende le pubblicazioni con una nuova serie, dedicando il secondo numero a Bruno Barilli (1880-1952), proponendosi di adottare le seguenti linee di ricerca:

1. Recupero di materiale di archivio: studi su testi inediti, epistolari, prime stampe non ripubblicate in tempi recenti;

2. Musica e arti figurative: studi sulla figura di Barilli come compositore e musicologo (con particolare attenzione ai contributi sulla «Ronda», sul «Corriere della Sera» e sul «Secolo XX») e sull’influenza della musica sulla sua attività letteraria; studi sulla ritrattistica di Barilli – immagine dipinta o scolpita (Bartoli, Campigli, Scipione) – e sui rapporti tra la famiglia Barilli e la pittura (il padre Cecrope e la moglie Danica, la figlia Milena ecc.);

3. Cinema: studi su Barilli spettatore cinematografico “stralunato”;

4. Viaggi: studi sul Barilli flâneur tra Italia ed Europa;

5. Traduzioni: eventuali traduzioni di Barilli all’estero;

6. Persistenza: Barilli oggi (mostre, possibili impieghi in ambito didattico, presenza in rete).

 

Gli studiosi sono invitati a presentare entro il 1 settembre 2017 un abstract di massimo dieci righe, mentre la consegna degli articoli selezionati dalla redazione (di lunghezza non superiore ai 30.000 caratteri spazi inclusi) dovrà avvenire entro il 1 novembre 2017.

Saranno particolarmente graditi, oltre ai contributi d’impianto tradizionale, anche proposte relative a visual studies, distant reading, thing theory.

I contributi andranno inviati a: redazione.trasparenze@gmail.com

Caporedattore: Nicola Ferrari Redattori: Samuele Fioravanti, Lucilla Lijoi, Martina Morabito, Stella Poli